"Mare Z", una storia di successo

Mare Z
Mare Z
Mare Z
Mare Z
Mare Z

La prima sfida

Nel 2007 il Dott. Martin Christiansen ha fondato uno studio di 120 m2 nel centro di Buxtehude. Grazie alla presenza di aziende molto note come Airbus, il tenore di vita delle persone di questa cittadina era più alto della media nazionale, e questo si sarebbe riscontrato anche nei pazienti che avrebbero frequentato lo studio: potevano permettersi una spesa più alta, e di conseguenza anche le loro aspettative erano molto alte.

La prima cosa da fare era scegliere un nome che sarebbe rimasto in vita per un lungo periodo di tempo e avrebbe dovuto rispecchiare gli sviluppi dell'odontoiatria nel lungo periodo. Inoltre, avrebbe dovuto distinguersi dagli altri nomi di studi dentistici ed esprimere il tocco personale e individuale dei proprietari dello studio, ovvero l'amore per l'acqua. Era anche importante che il nome fosse corto e facile da ricordare per i pazienti.

Un altro elemento da definire era la posizione dello studio, tenendo a mente che il lavoro del dentista con il paziente è un lavoro manuale, ma al tempo stesso vengono utilizzati sempre più spesso materiali prodotti industrialmente (ad esempio, le protesi), unificando così aspetti artigianali ed industriali.
A queste considerazioni si è aggiunta la convinzione che la rigenerazione rimarrà uno degli obiettivi principali nel settore dentale per molto tempo: dall'unione di tutti questi aspetti, è nato il nome "Manufaktur für regenerative Zahnmedizin" ("Produzione artigianale per l'odontoiatria rigenerativa"); per renderlo più facile da ricordare e, al tempo stesso, per enfatizzare l'amore dei due proprietari per l'acqua, il nome è diventato "Mare Z". Proprio a partire da questo nome, è stato definito il design dello studio e sono state sviluppate molte attività di marketing, sfruttando il supporto di STEPPS.
Il dott. Christiansen ha usato molti degli strumenti a disposizione nel programma, dopo averli facilmente personalizzati per il suo studio dentistico. I biglietti da visita, il foglio di anamnesi, il blocco degli appuntamenti, le schede di recall, la carta bonus per la pulizia dei denti professionale, i flyer sulla terapia, i buoni regalo, gli stick di burrocacao, le buste refrigeranti e tanti altri materiali sono usati ogni giorno e vengono riordinati regolarmente.

"Ero particolarmente colpito dalla seduta fotografica con il fotografo di STEPPS: dopo aver lavorato con molti altri fotografi professionisti le cui fotografie erano inutilizzabili, ero felice di aver finalmente trovato un fotografo che sapesse cosa è importante per uno studio dentistico, quali sono i messaggi che devono essere trasmessi dalle immagini e quali sono i leitmotiv importanti. Anche i flyer sulla terapia sono eccellenti: il testo spiega ai pazienti i diversi trattamenti in modo molto chiaro e semplice, utilizzando immagini non cruente e quindi adatte ai pazienti. E' evidente che tutto è stato preparato da specialisti di marketing con esperienza nel settore dentale che hanno anche personalizzato tutti i materiali con il design del mio studio", racconta il Dott. Christiansen.

Il Dott. Christiansen ha messo alla prova la sua creatività in vari modi, ad esempio ha donato molte buste refrigeranti per le infermerie delle scuole locali che le utilizzano per le ferite di lieve entità degli studenti, i quali, a loro volta, portano le buste refrigeranti con il logo mare Z a casa dove le useranno di tanto in tanto. In questo modo tutta la famiglia viene a conoscenza dello studio dentistico!

La sponsorizzazione è un tema comune a tutte le attività dello studio dentistico, specialmente per i giovani: comunica credibilità e trasmette il messaggio: "vogliamo che stiate bene". Esempi in tal senso sono i paradenti per la squadra di pallamano (campionato nazionale) e i boxer per il club di nuoto.
 
Nel corso gli anni, lo studio dentistico è riuscito a diventare un marchio conosciuto a livello regionale e, grazie alle varie azioni di marketing degli studi (pubblicità, volantini, PR, collaborazioni con cardiologi e diabetologi), ha aumentato le proprie entrate nelle aree chiave della profilassi, dell'implantologia e della parodontologia.

Quando ha fondato il nuovo studio  dentistico a Buxtehude, il dott. Christiansen si è affidato fin dall'inizio a professionisti del marketing degli studi e il successo che ha avuto gli ha dato ragione. Per questo motivo, ha in seguito trasferito il concetto di marketing, incluso il nome "Mare Z", al primo studio dentistico di cui era diventato partner nel 1997.
 
Anche se Seevetal è un piccolo centro di soli 6.000 abitanti, grazie agli eccellenti collegamenti e al fatto che si trova in una zona benestante nella periferia di Amburgo, il bacino di utenza è molto vasto. Questo però significa anche che c'è parecchia competizione.
 
Inizialmente, la carta intestata veniva stampata nello studio dentistico utilizzando una stampante ad aghi e il sito Web veniva creato e gestito internamente. La presenza dello studio dentistico non rispecchiava né gli standard dello studio né il suo potenziale effettivo.
 
Nel 2006, sono stati fatti i primi incerti passi verso la professionalizzazione nel campo del marketing dello studio con l'aiuto di STEPPS per definire alcune azioni personalizzate ed un logo. Tuttavia, non era stato creato un unico concetto da sviluppare per lo studio, che rimase invariato fino al 2010.

"Dopo l'esperienza estremamente positiva con il nuovo studio dentistico a Buxtehude, nel 2010 ho trasferito l'intero concetto di marketing allo studio dentistico a Seevetal. Da allora, anche questo studio odontoiatrico ha operato sotto il nome "Mare Z". Il risultato ha superato addirittura le aspettative: nel 2011 il fatturato superava già del 24% quello dell'anno del precedente ed è aumentato di un ulteriore 16% nel 2012. Gli investimenti nel marketing degli studi si sono rivelati estremamente redditizi, perciò abbiamo già definito le azioni di marketing degli studi per il 2014, per continuare a migliorare la comunicazione interna. Successivamente mi concentrerò sulle piattaforme di valutazione online e sull'analisi dei pazienti, per riuscire a rivolgermi a quelle persone che rientrano nel mio target di riferimento ma non sono ancora miei pazienti. Sono felice di poter continuare a contare sul supporto del team STEPPS!"